… ostentava una tranquillità che non possedeva.

Bistrot Les Artisan Paris

L’ape di plastica infilzata sulla matita tremava ad ogni tuono.

Il Cacciaspiriti tintinnava in sintonia con i vetri delle finestre. Seduto sul letto, con il piccolo computer sulle ginocchia, tentava di scrivere una lettera. Era la quinta volta che con un gesto rabbioso sul touchpad cancellava le tre o quattro righe che riusciva a mettere insieme.

Sullo schermo del computer, in basso a sinistra, l’indicatore di carica della batteria mostrava l’ultima tacca. 20% di energia residua. Ad ogni passaggio del mouse sull’indicatore la percentuale diminuiva. Via anche l’ultima tacca, si accende la spia lampeggiante di fine carica. Prova a prolungare l’autonomia abbassando ancora un po’ la luminosità dello schermo.

Carica esaurita, il computer salva il lavoro fatto sul disco. Lavoro. Progetto di lavoro. Una lettera bianca con solo la data.

Con un cigolio sommesso il frigorifero si rimette in moto, anche la radiosveglia mostra l’ora e una spia rossa. E’ tornata la corrente.

Ora potrebbe riprendere a lavorare, non ha più motivo di aspettare. No. Preferisce andare alla finestra a vedere se passa qualcuno … (CONTINUA)…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: